Avvisi

OGGETTO: Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

LA DIRIGENTE SCOLASTICA

VISTO il DL 23 febbraio 2020 n. 6 – Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (GU Serie Generale n. 45 del 23-02-2020).

VISTA l’ordinanza n.1 del Ministro della Salute di Intesa con il presidente della Regione Piemonte del 23 febbraio 2020 il cui art. 1, c.2, lett.

a) prevede l’adozione di misure urgenti quali “sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, sia in luoghi chiusi che aperti al pubblico, anche di natura culturale, ludico, sportiva e religiosa”

VISTO il DPCM del 25 febbraio 2020 (Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 pubblicato su GU Serie Generale n. 47 del 25-02-2020) il cui art. 1 lett. b) prevede che “i viaggi di istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado sono sospese fino al 15 marzo 2020”

VISTO il DPCM del 25 febbraio 2020 (v. sopra) il cui art. 1 lett. c) prevede che “la riammissione nelle scuole di ogni ordine e grado per assenze dovute a malattia di durata superiore a cinque giorni avviene, fino a data 15 marzo 2020, dietro presentazione di certificato medico, anche in deroga alle disposizioni vigenti”

DISPONE

1. La sospensione di viaggi di istruzione, visite guidate e uscite didattiche comunque denominate fino al 15 marzo 2020 comprese (a titolo esemplificativo ma non esaustivo) le uscite sul territorio comunale, le uscite per lo svolgimento di attività motoria esterna al plesso.

2. La sospensione fino al 15 marzo 2020 di attività didattiche che prevedono l’ingresso di personale esterno nell’edificio scolastico nonché la sospensione della formazione prevista entro quella data.

3. Il DPCM 25 febbraio 2020 all’art. 1, c. 1 lett. c) ha disposto che fino al 15 marzo 2020, in deroga alle leggi regionali vigenti, la riammissione a scuola degli alunni dopo cinque giorni di assenza debba avvenire dietro presentazione di certificato medico. Tenuto conto che il DPCM in questione entra in vigore dal 25 febbraio 2020, che non è retroattivo e che durante la chiusura delle scuole per causa di forza maggiore gli alunni non possono essere considerati assenti, si informa che questo Istituto:

1) Richiederà il certificato di riammissione a partire dal quinto giorno dalla effettiva riapertura delle scuole.

2) I certificati medici saranno richiesti dal docente della prima ora o dall’insegnante del turno mattutino, a inizio attività; qualora l’alunno non sia in possesso del certificato medico, non potrà essere ammesso in classe e i genitori saranno chiamati affinché lo prelevino e lo riportino a casa.

Si precisa che il certificato medico NON è necessario nei seguenti casi:

per i giorni in cui le scuole sono state chiuse a seguito di ordinanza regionale (anche per più di cinque giorni);

per tutte le assenze effettuate prima della chiusura delle scuole.

Si richiede invece certificazione medica per tutti gli alunni che in qualche modo siano stati nelle zone colpite dal virus o che siano venuti in contatto con situazioni a rischio contagio.

La Dirigente Scolastica

DGPRE 01 FEBBRAIO 2020

Decreto legge 23 Febbraio 2020

DMCM 1 marzo 2020

norme_igieniche_negli_ambienti_scolastici_-_29_febbraio_2020

PIEGHEVOLE-CORONAVIRUS